Rassegna Stampa ’15

 ————————————————

Chiusura in bellezza per gli Emergency Days

Oggi, domenica 5 luglio, giornata di chiusura degli Emergency Days di Ferrara. Un programma ricco per concludere in bellezza le 5 giornate dedicate alla raccolta fondi per l’associazione fondata da Gino Strada.

Alle 18:30 Alessandro Robecchi giornalista e autore televisivo e teatrale. Attualmente è editorialista de Il Fatto Quotidiano, dopo essere stato per oltre quindici anni editorialista de il Manifesto presenta il suo ultimo libro “Dove sei stanotte” che vede nuovamente protagonista Carlo Monterossi, nella capitale morale d’Italia dove stanno per accadere grandi cose..continua a leggere
Estense.com, 05 luglio

————————————————

Emergency Days da Lampedusa a Ferrara

La quarta giornata degli Emergency Days (sabato 4 luglio), quest’anno alla loro 6^ edizione, ha dedicato il dibattito pomeridiano, tenutosi ancora una volta nei Bagni Ducali ferraresi, al tema dell’immigrazione. L’incontro pubblico intitolato “Italia terra di accoglienza”, è stato moderato da Licia Vignotto di ListoneMag, operatrice di Area Giovani e referente ferrarese del progetto regionale YoungER Card. Il programma prevedeva la partecipazione di Francesco Piobicchi, operatore sociale a Lampedusa, e Andrea Freda, coordinatore del Poliambulatorio di Marghera, che purtroppo non hanno potuto essere presenti….. continua a leggere
Silvia Malacarne, Estense.com, 05 luglio

————————————————

Africa terra triste: dal Ruanda alla Sierra Leone

11709559_1472829733027737_877134236351315920_n«In Ruanda nel 1994, dal 7 aprile alla metà di luglio si è perpetrato l’ultimo genocidio del XX secolo. Si calcola che siano morte dieci persone al minuto.Le donne, soprattutto bambine, subivano stupri e violenze di ogni genere. Emergency e altre associazioni hanno recuperato ciò che si poteva di quelle persone, ma chi è sopravvissuto al genocidio non si è ristabilito del tutto. Nel mio libro Dall’inferno si ritorna (Giunti) raccolgo la testimonianza di una bambina, la cui innocenza è disarmante, ma dirompente come un ordigno. Lei insegna a superare l’inferno con il coraggio inconsapevole di chi non sa cosa sia la vita. Oggi studia medicina in Italia». Così la giornalista del Tg2, Christiana Ruggeri, è intervenuta al dibattito “Dal Ruanda 21 anni di attività sociosanitarie”, che agli Emergency Days l’ha vista dialogare con, Marco Brognoli,infermiere Emergency, e Francesca Di Vece, volontaria del gruppo di Gino Strada; a moderare Stefania Andreotti. Il pubblico ascolta in silenzio, anche la triste testimonianza di Marco sulla Sierra Leone per l’emergenza Ebola. Oggi ultima giornata di rasssegna: alle 18 il giornalista Alessandro Robecchi, editorialista del Fatto Quotidiano, presenta “Dove sei stanotte”; modera Sergio Armanino della Nuova Ferrara. Dalle 21 spazio ai concerti con la band Altre di b e Nadar Solo.
Veronica Capucci, La Nuova Ferrara, 05 luglio

 ————————————————

Il genocidio del Ruanda visto da una bambina

unnamed-111-420x237

La 6ª edizione degli Emergency Days, organizzata nella zona dei Bagni Ducali a Ferrara, dopo le prime due giornate dedicate alle “resistenze” e alla “mafia”, ha trattato, nella giornata di ieri (venerdì 3 luglio), il tema dell’Africa, in particolare del Ruanda. L’incontro ha visto protagonista Christiana Ruggeri, giornalista degli esteri del Tg2 e autrice del libro “Dall’inferno si ritorna – La storia vera di Bibi, a cinque anni in fuga dal Ruanda”…. continua a leggere
Silvia Malacarne, Estense.com, 04 luglio

————————————————

«La mafia è ben salda all’Expo» Oggi il dibattito sull’accoglienza

«Parlare di infiltrazioni è ridicolo, è un modello d’impresa che si è saldamente insediato al Nord, e lo si è visto con Expo». Su queste parole di Barbacetto si è sviluppato l’altra sera il dibattito “La mafia esiste”, all’interno di Emergency Days. Erano presenti Gianni Barbacetto e Marco Maroni, giornalisti del Fatto Quotidiano, autori del libro Excelsior – Il gran ballo dell’Expo (Chiarelettere), Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, Associazione antimafia di Reggio Emilia; a moderare Federica Pezzoli, settore informazione Coordinamento di Libera Ferrara. Barbacetto ha spiegato i lati più oscuri della vicenda Expo: «Dal 2008 al 2011 non viene realizzato niente, perché i politici litigano. Ci sono 15 miliardi di euro da spartire e se la politica non decide, i manager sono pronti. Non esiste intercettazione telefonica o inchiesta che non abbia mostrato come manager e boss cercassero in ogni modo di arrivare ad Expo». Per Maroni, «sono tanti gli esempi di cattiva gestione ad Expo. Tra questi Alliance for Africa, associazione per la quale sono stati spesi tra i 10 e i 100 milioni di euro, ma due anni dopo la vincita dell’Expo, tale associazione viene chiusa». Emergency Days continua con un ricco programma fino a domani. In viale Alfonso I d’Este è possibile assistere a dibattiti, concerti, vedere mostre fotografiche o partecipare a laboratori dedicati all’infanzia. Oggi alle 18 il dibattito “Italia terra d’accoglienza?” con lo scrittore Enzo Gianmaria Napolillo, Stefano Calieni studioso di immigrazione dagli anni ’80, don Domenico Bedin, dell’Associazione K e Lara Michieletto di Emegency Ferrara. Ogni sera anche due concerti a partire dalle 21.
Veronica Capucci, La Nuova Ferrara, 04 luglio

  ————————————————

Il caso Expo e l’inchiesta Aemilia: la zona grigia come le nebbie del Nord

copertina-copia-699x325
L’Expo, “storia esemplare di come vengono gestiti i grandi affari in Italia”, e “il brusco risveglio”, o ancora peggio , la “perdita dell’innocenza” della nostra regione dopo l’operazione Aemilia: questi i due poli attorno cui ha ruotato l’incontro “La mafia esiste”, in programma per il secondo giorno degli Emergency Days in viale Alfonso I d’Este. Ospiti: Gianni Barbacetto, direttore di Omicron (Osservatorio milanese sulla criminalità organizzata al Nord) e Marco Maroni, firme de “il Fatto Quotidiano”, che insieme hanno scritto“Excelsior – Il gran ballo dell’Expo” e Elia Minari, regista della video-inchiesta “La ‘ndrangheta di casa nostra” e coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia nata nel 2009dall’impegno di una ventina di studenti redattori di un giornale studentesco indipendente e di una web-tv… continua a leggere
Federica Pezzoli, Ferraraitalia.it, 03 luglio

————————————————

Il ‘peccato originale’ dell’Expo

unnamed-5-420x281

Il secondo degli appuntamenti degli Emergency Days è stato dedicato all’incontro pubblico ‘La mafia esiste’.

I giornalisti Gianni Barbacetto e Marco Maroni, autori de ‘Excelsior – il gran ballo dell’Expo’, spiegano come l’esposizione universale di Milano possa essere scandita in tre tempi: “il primo, quello dei tre anni dalla assegnazione del 2008, è contraddistinto da una politica immobile – spiega Barbacetto –, che presidia la manifestazione per giocarsi i soldi stanziati; durante il secondo, invece, si ha una sospensione della normalità in nome dell’emergenza, perché si sono accorti d’esser in ritardo e sono corsi ai ripari”… continua a leggere
Estense.com, 03 luglio

 ————————————————

Emergency Days: la lezione del resistere meglio

emergencydays-420x281Con l’inizio del mese di luglio e la ripresa del frinire delle cicale, tornano gli Emergency Days: lo spazio verde della zona dei Bagni Ducali si è riempito di colori e musica già a partire dalle 16.30, con l’inizio dei laboratori per i bambini, ma è alle 19 che il programma entra nel vivo. La prima occasione di riflessione che l’iniziativa propone alla cittadinanza è dedicata alle resistenze, e la rimette agli interventi dei relatori e alle loro storie. Queste partono dalla più classica delle resistenze, ma non parlano di antifascismo: fuori dalla retorica del partigiano, Adelmo Cervi – figlio di Aldo Cervi, partigiano ucciso coi suoi sei fratelli dalle truppe fasciste – punta piuttosto il dito “su di una società ingiusta – spiega – allora sì rappresentata dal fascismo ma oggi da qualcos’altro che fascismo non è, di sicuro però è un disastro del capitalismo”. La sua resistenza è fatta di diplomazia e di impegno, una rivoluzione come quella “che si fa – spiega con impeto – tutti i giorni che fai una cosa per la giustizia ed è così che rivive la memoria dei partigiani”…. continua a leggere
Silvia Franzoni, Estense.com, 02 luglio

 ————————————————

Dalle mafie ai migranti, attualità e musica tornano agli Emergency Days

01072015-IMG_8835-300x200Era l’estate del 2011 quando ci sono stati per l’ultima volta gli Emergency Days a Ferrara. Poi, tra mancanza di sponsor e terremoto, l’arresto si è protratto per anni. Oggi, e fino al 5 luglio, i giorni dell’Emergency ferrarese ritornano. Ne abbiamo parlato con due volontari, Maria Sole Perrone e Mattia Vallieri, che proprio grazie a quell’ultimo festival avevano deciso di diventare parte attiva di Emergency. Insieme, ci hanno spiegato le novità, i contenuti e gli appuntamenti di questa nuova edizione…continua a leggere
Anja Rossi, ListoneMag.it, 1 luglio

————————————————

EMERGENCY DAYS spazio ai dibattiti

Cinque giorni di dibattiti, laboratori e concerti per raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico di Emergency a Goderich in Sierra Leone. Si comincia oggi: alle 16.30 prenderanno il via i laboratori per bambini insieme a Music Together di Francesca Venturoli e alla Bottega di Copparo, aprirà lo spazio libri in collaborazione con Librieletture.com e sarà visitabile la mostra sui progetti di Emergency La nostra Africa. Alle 18:30 l’incontro “Resistenza e Resistenze” con Adelmo Cervi, figlio di Aldo Cervi, partigiano, ucciso coi suoi 6 fratelli dalle truppe fasciste. Adelmo ha scritto con Giovanni Zucca “Io che conosco il tuo cuore“, Storia di un padre Partigiano raccontata da un figlio; Lorenzo Guadagnucci, giornalista del Quotidiano nazionale a Firenze, fra i promotori del “Comitato Verità e Giustizia per Genova” e del gruppo Giornalisti contro il razzismo”, autore del libro “Noi della Diaz“; Ezio Bertok, una delle voci del movimento No Tav dalla nascita e animatore culturale del Controsservatorio Valsusa. La discussione sarà accompagnata dalla musica di Luca Lanzi, voce de “La Casa del Vento“ e moderata da Checchino Antonini studioso di sociologia, giornalista, da vent’anni si occupa di movimenti sociali. Alle 21 si prosegue con il concerto di Alice PISano. Classe 1994, cantautrice, chitarrista e pianista, ex voce della band “Down the Rabbit Hole” con la quale vince diversi concorsi in Italia e si esibisce nell’ambito del Pistoia Blues Festival 2014. A febbraio affianca il cantautore americano Hayward Williams nel suo tour italiano, aprendo alcuni suoi show e duettando con lui in alcuni suoi brani. Il suo primo EP acustico autoprodotto si intitola Something Good.
La Nuova Ferrara, 01 luglio

 ————————————————

Al via gli Emergency Days

Tutto pronto per la sesta edizione degli Emergency Days di Ferrara. Cinque giorni di dibattiti, laboratori e concerti immersi nel verde della zona dei Bagni Ducali, in viale Alfonso I d’Este, per raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico di Emergency a Goderich in Sierra Leone… continua a leggere
Estense.com, 01 luglio

 ————————————————

Emergency Days, spazio ai dibattiti

Cinque giorni di dibattiti, laboratori e concerti per raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico di Emergency a Goderich in Sierra Leone. Si comincia oggi: alle 16.30 prenderanno il via i laboratori per bambini insieme a Music Together di Francesca Venturoli e alla Bottega di Copparo, aprirà lo spazio libri in collaborazione con Librieletture.com e sarà visitabile la mostra sui progetti di Emergency La nostra Africa. Alle 18:30 l’incontro “Resistenza e Resistenze” con Adelmo Cervi, figlio di Aldo Cervi, partigiano, ucciso coi suoi 6 fratelli dalle truppe fasciste. Adelmo ha scritto con Giovanni Zucca “Io che conosco il tuo cuore“, Storia di un padre Partigiano raccontata da un figlio; Lorenzo Guadagnucci, giornalista del Quotidiano nazionale a Firenze, fra i promotori del “Comitato Verità e Giustizia per Genova” e del gruppo Giornalisti contro il razzismo”, autore del libro “Noi della Diaz“; Ezio Bertok, una delle voci del movimento No Tav dalla nascita e animatore culturale del Controsservatorio Valsusa. La discussione sarà accompagnata dalla musica di Luca Lanzi, voce de “La Casa del Vento“ e moderata da Checchino Antonini studioso di sociologia, giornalista, da vent’anni si occupa di movimenti sociali. Alle 21 si prosegue con il concerto di Alice PISano. Classe 1994, cantautrice, chitarrista e pianista, ex voce della band “Down the Rabbit Hole” con la quale vince diversi concorsi in Italia e si esibisce nell’ambito del Pistoia Blues Festival 2014. A febbraio affianca il cantautore americano Hayward Williams nel suo tour italiano, aprendo alcuni suoi show e duettando con lui in alcuni suoi brani. Il suo primo EP acustico autoprodotto si intitola Something Good.
La Nuova Ferrara, 1 luglio

————————————————

DALL’1 AL 5 LUGLIO LA 6ª EDIZIONE DI EMERGENCY DAYS

Dall’1 al 5 luglio prende il via la 6ª edizione di Emergency days. In via Alfonso I d’ Este, in zona Bagni Ducali, sarà possibile partecipare a dibattiti, presentazione di libri, mostre fotografiche e concerti. Un’attenzione particolare è riservata anche ai più piccoli. «Dalle 16,30 infatti sono attivi vari laboratori e momenti di animazione per l’infanzia, che vedono la presenza di Music Together e Carpemira, Piccola Compagnia dell’Airone, Bottega di Copparo, gli ambulaCLOWN I Pagliacci del cuore, e delle volontarie Eleonora e Mariasole», spiega Serena Cavallari, volontaria del gruppo Emergency. È stato invece annullato l’appuntamento di domenica 5 “Palio for Emergency”, mentre sabato 4 all’incontro “Italia terra d’accoglienza?” sarà presente Lara Michieletto anziché Andrea Freda. «Quest’anno riparte una nuova edizione, patrocinata dal Comune di Ferrara e dalla Regione Emilia Romagna,perché dal 2011 Emergency days non si svolgeva più» – afferma Annalisa Felletti, Assessore alle Pari Opportunità e all’Istruzione -«il Comune ha contribuito alla realizzazione di questa iniziativa perché la riteniamo un valido contenitore per qualità dei dibattiti e dei temi affrontati, come quelli sulla legalità e l’integrazione.
Veronica Capucci, La Nuova Ferrara, 30 giugno

 ————————————————

Emergency chiama Ferrara risponde

emergency-700x325Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.
(Gianni Rodari)

Cinque giorni per parlare di nuove resistenze, legalità, cittadinanza consapevole, solidarietà e accoglienza: sono gli Emergency Days, che si terranno da mercoledì 1 a domenica 5 luglio inViale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali), organizzati dal Gruppo di Emergency di Ferrara con il patrocinio del Comune di Ferrara e della Regione Emilia Romagna… continua a leggere
Federica Pezzoli, Ferraraitalia.it, 28 giugno

 ————————————————

‘Emergency Days Ferrara 2015′ cinque giorni di eventi in città

logo-211x300Si è svolta mercoledì 24 giugno nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione delle iniziative “Emergency days” in programma negli spazi di viale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali) dall’1 al 5 luglio prossimi. All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessora comunale Pari opportunutà e Politiche per la pace Annalisa Felletti insieme a Serena Cavallari e Ilaria Ferioli in rappresentanza della sezione locale di Emergency.

“Questo appuntamento – ha ricordato l’assessora Annalisa Felletti – ha tutte le caratteristiche per essere un un importante momento di approfondimento e uno stimolo per riflettere su temi  cari anche alla nostra Amministrazione, da sempre impegnata su progetti di solidarietà e di integrazione, nel contrasto ad ogni discriminazione e a favore della legalità. Questo progetto ha poi un valore aggiunto, perchè finalizzato a dare un contributo concreto a popolazioni svantaggiate:”… continua a leggere
Telestense.it, 25 giugno

 ————————————————

Emergency, cinque giorni di eventi per celebrare la solidarietà

emergency_02.pngSi è svolta mercoledì 24 giugno nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione delle iniziative “Emergency days” in programma negli spazi di viale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali) dall’1 al 5 luglio prossimi. All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessora comunale per le Pari opportunutà e Politiche per la pace Annalisa Felletti insieme a Serena Cavallari e Ilaria Ferioli in rappresentanza della sezione locale di Emergency

“Questo appuntamento – ha ricordato l’assessora Annalisa Felletti – ha tutte le caratteristiche per essere un un importante momento di approfondimento e uno stimolo per riflettere su temi cari anche alla nostra Amministrazione, da sempre impegnata su progetti di solidarietà e di integrazione, nel contrasto ad ogni discriminazione e a favore della legalità. Questo progetto ha poi un valore aggiunto, perchè finalizzato a dare un contributo concreto a popolazioni svantaggiate:”… continua a leggere
Ferrara24ore.it, 25 giugno

————————————————

Ferrara, al via Emergency Days 2015

emergency15_1.jpg.300x300_q85Da mercoledì 1 a domenica 5 luglio in viale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali) a Ferrara, si svolgerà, con il patrocinio del Comune di Ferrara e della Regione Emilia Romagna, la 6^ edizione degli Emergency Days Ferrara.
Cinque giorni di eventi culturali, musicali, sportivi e ludici, con lo scopo di presentare il lavoro e i progetti dell’associazione e raccogliere fondi per il loro sostegno.
Alla manifestazione hanno partecipato in questi anni oltre 15.000 persone con consenso sempre crescente; sono stati raccolti in totale circa 70.000 Euro e vi si sono esibiti numerosi artisti.
I fondi che verranno raccolti contribuiranno a sostenere il Centro Pediatrico di Goderich in Sierra Leone, nel continente africano: uno dei paesi più poveri del mondo… continua a leggere
MColonna, Sestopotere.com, 25 giugno

————————————————

Tornano gli Emergency Days

Tornano, dopo lo stop protrattosi dal 2011, gli Emergency Days Ferrara (1-5 luglio), l’iniziativa che nelle sue precedenti cinque edizioni ha raccolto un consenso sempre crescente, coi suoi 15.000 partecipanti e i circa 70.000 euro raccolti. Il ricco programma di laboratori, incontri e concerti si finalizza infatti al “sostegno del Centro Pediatrico di Goderich – spiegano le volontarie Serena Cavallari e Ilaria Ferrioli – in uno dei paesi più poveri al mondo, la Sierra Leone”…continua a leggere
Silvia Franzoni, Estense.com, 25 giugno

————————————————

Musica e cultura per Emergency

edays carlino 25 giugno 2015L’obiettivo è raccogliere fondi per sostenere il centro chirurgico pediatrico a Goderich, in Sierra Leone. Dal 2002, infatti, nei sobborghi della capitale Freetown, all’interno del complesso del centro chirurgico aperto da Emergency l’anno prima, è attivo il servizio rivolto ai bambini. A questo proposito, ritornano a Ferrara gli ‘Emergency days’. Cinque giorni ricchi di appuntamenti all’insegna della musica e della cultura, con uno sguardo rivolto anche alla gastronomia e al mondo dell’infanzia.
Dall’1 al 5 luglio, infatti, la zona Bagni Ducali di viale Alfonso I d’Este ospiterà la manifestazione, che manca nella città estense dal 2012. A illustrare il corposo calendario, le organizzatrici Serena Cavallari e Ilaria Ferioli. «La prima giornata – ha spiegato la coordinatrice Serena Cavallari – è prevista l’1 luglio, alle 18, con ‘Resistenza e Resistenze’». Un incontro pubblico al quale parteciperanno Adelmo Cervi, figlio del partigiano Aldo che insieme ai sei fratelli venne ucciso dalle truppe fasciste, Lorenzo Guadagnucci, giornalista del Quotidiano nazionale e promotore del ‘Comitato verità e giustizia per Genova’, ed Ezio Bertok, appartenente al movimento No Tav. Il dibattito sarà accompagnato da Luca Lanzi, musicista della Casa del vento e sarà moderato dal giornalista Checchino Antonini. A seguire, alle 21, il concerto della cantautrice Alice Pisano e, alle 22.30, l’esibizione del gruppo ‘Underground Railroad’. «Una serie di momenti di approfondimento – ha aggiunto Annalisa Felletti, assessora comunale alle Pari opportunità – e di stimoli a riflettere su argomenti di attualità. La manifestazione, in quest’ottica, si pone come un contenitore importante».
TUTTI i giorni, dalle 16.30, sarà aperto uno spazio bimbi, con laboratori, giochi e disegni. Ogni sera, alle 21, dopo il dibattito, avranno luogo i concerti di due gruppi. Spazio inoltre alla mostra fotografica ‘La nostra Africa’, con scatti realizzati nei centri sanitari di Emergency in Repubblica Centrafricana, Sierra Leone e Sudan da tre fotografi del collettivo congolese ‘Génération Elili’. I volontari dell’associazione gestiranno anche il ristorante ‘Barzebone’, dove sarà possibile degustare menu speciali. L’intero programma dell’iniziativa, è disponibile sul sito internet emergencydaysferrara.wordpress.com.
Giuseppe MalaspinaIl Resto del Carlino, 25 giugno

————————————————

Tornano gli Emergency Days: eventi per i bambini africani

edays la nuova 25 giugno 2015Dopo tre anni di stop torna l’appuntamento con gli Emergency days, il calendario di iniziative organizzate dagli attivisti ferraresi dell’associazione di Gino Strada. La novità è che da piazza Municipale, sede delle cinque precedenti edizioni, ci si sposta in viale Alfonso I d’Este, nella zona dei Bagni Ducali. Si comincia l’1 luglio e si finisce il 5 dello stesso mese. Il Comune offre il patrocinio: «È un momento di aggregazione di qualità – dice l’assessore Annalisa Felletti –, in cui si stimola a riflettere su temi che ci stanno cari come amministrazione: solidarietà, integrazione e legalità». Nel programma, presentato dalla coordinatrice di Emergency Ferrara, Serena Cavallari, e da Ilaria Ferioli, ci sono gli incontri pubblici, tutti alle 18: al debutto si parla di resistenze con Adelmo Cervi, figlio di uno dei sette fratelli partigiani uccisi dai fascisti, il giornalista Lorenzo Guadagnucci e un militante No Tav; il 2 di mafia con il cronista del Fatto Quotidiano Gianni Barbacetto; il 3 di Ruanda e dell’attività sociosanitaria della onlus; il penultimo giorno di accoglienza con, tra gli ospiti don Bedin; chiuderà il giornalista e autore tv Alessandro Robecchi presenta il suo libro Dove sei stanotte. Tutti i giorni dalle 16 apre lo spazio bimbi, mentre dalle 21 spazio alla musica dal vivo con l’esibizione di due band a sera. C’è la possibilità di mangiare al punto ristoro, dove oltre a cibi più semplici, menù speciali saranno preparati dal ristorante Scaccianuvole, dalla trattoria Il Cucco e dalla gastronomia La Vegana. Tutto il ricavato sarà destinato al sostegno del centro pediatrico di Goderich (Sierra Leone), dove Emergency opera da anni per garantire ai bambini un’assistenza sanitaria gratuita. La mattina del 5 luglio le contrade del Palio si sfideranno in un torneo di giochi medievali. Il programma completo è consultabile nel sito emergencydaysferrara.wordpress.com.
Fabio Terminali, La Nuova Ferrara, 25 giugno

————————————————

Con ‘Emergency Days Ferrara 2015’ cinque giorni di eventi nel nome della solidarietà

emergency15_1.jpg.300x300_q85Si è svolta mercoledì 24 giugno nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione delle iniziative “Emergency days” in programma negli spazi di viale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali) dall’1 al 5 luglio prossimi. All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessora comunale Pari opportunutà e Politiche per la pace Annalisa Felletti insieme a Serena Cavallari e Ilaria Ferioli in rappresentanza della sezione locale di Emergency.
“Questo appuntamento – ha ricordato l’assessora Annalisa Felletti – ha tutte le caratteristiche per essere un un importante momento di approfondimento e uno stimolo per riflettere su temi cari anche alla nostra Amministrazione, da sempre impegnata su progetti di solidarietà e di integrazione, nel contrasto ad ogni discriminazione e a favore della legalità. Questo progetto ha poi un valore aggiunto, perchè finalizzato a dare un contributo concreto a popolazioni svantaggiate”
CronacaComune, 24 giugno

————————————————

Emergency Days propone cinque giorni di eventi benefici

la nuova 24 giugno 2015Da mercoledì 1 a domenica 5 luglio in viale Alfonso I d’Este (zona Bagni Ducali) a Ferrara, si svolgerà la 6ª edizione degli Emergency Days Ferrara, con il patrocinio e il contributo del Comune di Ferrara e della Regione Emilia Romagna. Cinque giorni di appuntamenti culturali, musicali, culinari e ludici, allo scopo di raccogliere fondi per sostenere il Centro pediatrico di Goderich in Sierra Leone. Ogni giorno più di 50 bambini vengono visitati al Centro, situato nei sobborghi della capitale Freetown, nello stesso complesso del Centro chirurgico che Emergency ha aperto nel 2001. Come in tutte le strutture di Emergency, l’assistenza sanitaria e tutte le prestazioni offerte al Centro sono gratuite ed anche a Goderich lo staff internazionale di Emergency forma i medici e gli infermieri sierraleonesi che vi lavorano.
La Nuova Ferrara, 24 giugno

 Ritorna a Edizione 2015