Nicolò Carnesi

carnesifoto2Nicolò Carnesi è uno dei nomi più brillanti della nuova generazione di cantautori italiani.

Autore di canzoni dai testi acuti, sottili e cinici che viaggiano su sonorità elettroacustiche influenzate dalla tradizione italiana e dal british pop degli anni ’80, Nicolò Carnesi ha esordito con un album dalle molte sfaccettature, proponendosi ora come cantautore nella tradizione nazionale, ora come funambolico creatore di brani di blues elettronico, ora come autore lirico e contemporaneo.

Dopo la pubblicazione del singolo “Il Colpo” e l’ep “Ho poca fantasia”, Carnesi pubblica il suo primo album nel 2012, confermando il proprio eclettismo, quello che potrebbe diventare un vero e proprio marchio di fabbrica: Nicolò applica una continua rielaborazione dei diversi generi musicali in cui gli originali vengono svuotati della loro identità, smontati e ridotti a tessere per un collage di suoni, melodie e riferimenti. Grazie a questa formula convivono nello stesso disco elementi più diversi come: il folk-pop, la new wave, il flower pop o il garage rock.

Il 1 aprile 2014 pubblica “Ho una galassia nell’armadio”. Nel suo secondo full lenght, Carnesi licenzia brani che mischiano folk, pop e new wave, che frullano i Flaming Lips e gli Smiths con Planck e la meccanica quantistica, che studiano il complesso rapporto tra l’universo e ogni singolo uomo, tra il grande e il piccolo.

Canzoni d’amore, ma non solo, canzoni che guardano in tutte le direzioni e che Nicolò aveva così chiare in testa da volerle suonare tutte da solo strumento per strumento (con la preziosa collaborazione in regia di Tommaso Colliva), ad eccezione di inserti mirati. E gli ospiti sono pesi massimi come Roberto Angelini, Antonio Di Martino, i Selton e Rodrigo D’Erasmo.

Ho una Galassia nel cassetto esprime la volontà da parte del cantautore siciliano di dare corpo a un’anima importante contenuta nel secondo lavoro: quella intimista, soffusa, malinconica, che poco è emersa con il live elettrico, ricco dal punto di vista di suoni e ripiegato prevalentemente sul versante elettrico.

Giocando e sperimentando nuove combinazioni sonore con Donato Di Trapani, il tastierista della band, imbastisce nuove e interessanti versioni elettro-acustiche delle canzoni, svelando e dando peso maggiore all’aspetto confidenziale dei brani.
La piattaforma compositiva rimane quella con chitarra acustica o elettrica e su questa base più classica si innestano tastiere, synth e drum machine.
Ho una Galassia nel cassetto è dunque un vero e proprio viraggio comunicativo: le galassie raccontate restano le medesime, ma con un contenitore e un vestito diverso
fb_icon_325x325   download (1) OndaRock  soundcloud  world-wide-web-logo-png-28    download


Ritorna al Programma del 2015

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...