“Al di sotto della legge”

Al-di-sotto-della-legge-cover-300x430Al di sotto della legge
– Conversazioni su polizia e democrazia –

Un “ragazzo di Genova”, che da quel luglio 2001 non ha superato la diffidenza nei confronti delle forze dell’ordine, e un poliziotto di lungo corso, che crede nella sua istituzione ma ne ha ripetutamente contestato il conformismo, anche dopo Genova.

Dal loro incontro nasce una lunga conversazione. Non sempre facile. Mai rituale. Nella quale scorre un lungo pezzo della storia d’Italia: dalla battaglia per la smilitarizzazione della polizia all’assassinio di Aldo Moro, dall’omicidio di Francesco Lorusso a Bologna alla strage del 2 agosto, dalla bomba sul Rapido 904 alla nascita della Seconda Repubblica, dalla Uno bianca alla rottura dell’unità sindacale, da Genova 2001 alla fine della leva obbligatoria, dalla Val di Susa alla Ferrara di Federico Aldrovandi, una delle vittime degli abusi di polizia.

MERCOLEDI’ 22 alle 18:45
parleremo di REATO DI TORTURA

con l’autore Luigi Notari e
Fabio Anselmo
, legale ferrarese che assiste tutti i casi nazionali in cui sono sotto accusa le forze dell’ordine per presunti abusi;
Ilaria Cucchi
, sorella di Stefano, deceduto il 22 ottobre del 2009 nel reparto penitenziario dell’ospedale Sandro Pertini, a Roma;
Marina Lalatta Costerbosa
, insegna Filosofia del diritto nell’Università di Bologna; Elia De Caro, avvocato e responsabile in Emilia Romagna dell’associazione Antigone;
con la moderazione di Marco Zavagli, direttore di Estense.com.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in EDays-News '16 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...